Il Cane impara Giocando

Il Cane impara Giocando

Tramite il gioco possiamo insegnare ai nostri amici a 4 zampe a comportarsi in maniera educata, migliorando la sfera comunicativa e soprattutto rinforzando il rapporto tra cane e proprietario.

Troppo spesso si sentono lamentele di persone che vorrebbero giocare con il proprio cane ma rinunciano in quanto non è piacevole perché magari “fido” durante il gioco salta addosso, afferra le mani oppure una volta ottenuto il giocattolo scappa via, lontano.

Al contrario, se i cani potessero parlare la nostra lingua, sono sicura che alcuni si lamenterebbero della poca fantasia dei proprietari, che si limitano a lanciare una pallina da tennis, insultando la loro intelligenza.

Anche nel gioco è importante avere delle regole ed una corretta gestione del cane, sia per divertirsi, sia per questioni di sicurezza, cosa che spesso viene sottovalutata.

Con questa consapevolezza io, Ramona Di Falco, ed il mio collega Stefano Lorenzini, abbiamo organizzato un’intera giornata dedicata al gioco cane-proprietario.

Le adesioni sono state numerose, infatti Domenica 11 Ottobre alle ore 9:00, si sono presentati al Campo Action Dog ben 13 binomi. Ho pensato fosse necessario iniziare con una breve parte teorica, in modo tale che tutti i presenti avessero ben chiaro cosa si intende per gioco, quali sono le sue funzioni, perché è così importante, ma anche per fornire una panoramica sulle varie tipologie di giochi. Ovviamente senza trascurare l’attività mentale o problem solving, argomento sconosciuto per quasi tutti i presenti, che ha suscitato stupore e molto interesse.

Dopo un breve break eccoci finalmente in campo, a mettere in pratica i preziosi insegnamenti. I partecipanti sono stati suddivisi in due gruppi così composti:

Educatore cinofilo Di Falco Ramona

Binomi cane-proprietario
  • Shonik (Border collie) Valeria
  • Suri (Meticcio) Sofia
  • Bruno (Boxer) Simona
  • Lilo (Golden retriver) Greta
  • Shela (Labrador) Isa
  • Luna (Pit bull) Ivana

Addestratore Lorenzini Stefano

Binomi cane-proprietario

  • Frey (Border Collie) Elisa
  • Isotta (Bassotto)
  • Luna (Meticcio)
  • Marte (Dobermann)
  • Mizar (Border Collie)
  • Pitti (Cocker Spaniel Inglese)
  • Fly (Border Collie)

Il primo gioco aveva l’obbiettivo di fornire ai proprietari delle nozioni base su come insegnare al proprio cane a prendere, tenere, riportare, lasciare un giocattolo.

Il secondo gioco riguardava invece il discusso “tira e molla”, che se eseguito in maniera corretta, seguendo regole ben precise, senza far troppo eccitare il cane, è un’attività ludica che ha molti aspetti positivi.

La mattinata si è conclusa in bellezza con un gioco di fiuto dove tutti i cani hanno dato il massimo, aiutati dai loro 250 milioni di recettori olfattivi!!

Dopo pranzo ( un grazie speciale a Silvia che ha viziato i nostri palati con un menù a 5 stelle) eccoci nuovamente in campo, pronti per il secondo round!

Il pomeriggio è iniziato con giochi di attività mentale, proponendo problem solving di facile e difficile risoluzione, ma sempre adeguati e su misura del cane!

Il quarto gioco era invece finalizzato ad insegnare al cane a tornare quando viene chiamato dal proprietario, ma anche ad interagire in maniera educata con persone estranee; come ad esempio esibire un seduto piuttosto che saltare addosso!

Dulcis in fundo un gioco che riguarda forse il desiderio più diffuso tra i proprietari: non far tirare il cane al guinzaglio!

In questa impegnativa e divertente giornata non sono di certo mancate delle sorprese, infatti ogni cane è diverso da un altro…

Ad esempio Shonik e Shela pure se amano prendere e tenere in bocca un giocattolo, si sono dimostrate collaborative nel condividere la risorsa con le loro proprietarie. Bruno e Simona sono stati molto abili nel “tira e molla”, Luna si è dimostrata una vera e propria stratega infatti è riuscita a risolvere problem solving di difficile risoluzione, Suri è stata bravissima nel gioco di ricerca olfattiva, infine Lilo, nonostante la tenera età, ha dimostrato di essere un cane molto educato nel gioco del richiamo.

Ringrazio e faccio i complimenti a tutti coloro che hanno partecipato, soci e non, ed un grazie speciale alla mia piccola aiutante Greta…ricordate giocando si impara ma ci si diverte anche!!

Galleria Fotografica della Giornata
 

Hai qualcosa da aggiungere?

aria-required='true' />

aria-required='true' />