Terra di nessuno…. (o di tutti)

Terra di nessuno…. (o di tutti)
Vorrei parlarvi della situazione dei centri di addestramento cinofili della nostra città “Grosseto” che con il passare degli anni,  3 per la precisione, si sono quintuplicati, sono nati come funghi, si sa che il clima della Toscana è ottimo, sole gran parte dell’anno, baciata da uno splendido mare, ma così è troppo!!! Persone senza nessuna competenza cinofila, “lo dico perché li conosco personalmente” dalla sera alla mattina decidono di aprire un centro di addestramento senza avere le dovute competenze; questi signori pensano che basta un fine settimana passato a fare uno stage con tal dei tali, per avere acquisito tutte quelle nozioni che a me mancano ancora dopo venti anni passati al freddo, vento, pioggia, sole e persone disperate con il loro cane , disposte a tutto pur di “addestrare” e correggere i comportamenti del proprio amico a quattro zampe .
Chissà quanti di voi si rivedono in quello che avete appena letto!
Allora io dico che questa è: terra di nessuno, perché nessuno controlla questi personaggi ambigui della cinofilia, a tutela di coloro che si avvicinano per la prima volta a una scuola.
Avete mai pensato a quale danno può fare uno pseudo-addestratore privo di tutte quelle informazioni, che un vero addestratore deve avere…, o pensare di mettere un collare a strozzo e strattonare il vostro animale può bastare a risolvervi i problemi, come può, se lui stesso non è in grado di lavorare il cane, darvi dei consigli per la gestione del vostro amico per il resto della sua vita.
Forse l’E.N.C.I (Ente Nazionale Cinofilia Italiana ) o il  CORPO FORESTALE DELLO STATO dovrebbero prendere in mano una situazione così delicata, a tutela, di un cittadino sempre più vicino alle scuole di educazione ma privo di qualsiasi informazione cinofila e in primis a tutela dei nostri amici animali .
Sarebbe molto più semplice se ci fossero controlli per tutti i centri, chi ha le carte in regola, permessi, autorizzazioni, metodiche di addestramento non coercitivi, professionalità può continuare il suo lavoro, gli altri sarà bene che chiudano al più presto, affinché questa non diventi terra di tutti .
 
LORENZINI STEFANO
Addestratore cinofilo e.n.c.i.
  1. Elisa Macii Dice:

    grande il nostro presidente…complimenti per lo sfogo…e chi deve capire ..capisca!!!!

  2. Desi Dice:

    Sante parole Stefano … un saluto da Firenze, che in quanto a terra di nessuno non è da meno! Baci a Silvia e a Livia! Desi

  3. alessia massai Dice:

    Posso dire solo che ho visto con i miei occhi dei personaggi del genere.. dopo un colloquio, gentilmente ho preso il mio cane e mi sono avviata verso la macchina sconcertata.. non mi hanno fregato, per esperienza o intuito mi sono resa conto che non avevano le competenze neanche per capire “prima facie” se un cane è aggressivo o giocoso.. rifletto però che non tutti i proprietari alla prima esperienza possono rendersene conto, e che i loro cani invece di migliorare, possono solo peggiorare.. a meno che non se ne accorgano loro!

  4. Raffaele Dice:

    Caro Stefano, mi permetto di dire quanto hai ragione. Lo dico non per piaggeria o chissà quale convenienza, lo affermo basandomi sulla mia diretta esperienza, tre mesi passati al freddo e all’umido con Doc mi hanno hanno fatto comprendere (non solo a me ma di certo anche ai miei ex compagni di corso!) quanto tu sia serio e competente. Sicuramente la tua umiltà non è “genuina” ;-), è data dalla tua esperienza, lo dimostravi tutte le sere che avevamo lezione. Grazie di tutti gli insegnamenti, da parte mia e di Doc. Raffaele.

Hai qualcosa da aggiungere?

aria-required='true' />

aria-required='true' />